Per pergole e tende da sole servono permessi specifici?

Per pergole e tende da sole servono permessi specifici?

 

Permessi tende da sole e pergole

Per godersi l’ombra sotto una tenda da sole non è necessario alcun permesso. Stessa storia per le pergole, ma con qualche eccezione.

 

 

Con l’arrivo del caldo e l’aumento delle temperature, tutti vorremmo procurarci il prima possibile una tenda da sola o una pergola sotto la quale ritrovare un po’ di fresco e relax.

Ma possiamo buttarci subito in questo progetto senza correre il rischio di infrangere nessuna normativa riguardante i permessi edilizi? Vediamo com’è la situazione per le tende e per le pergole.

 

Via libera alle tende da sole

Secondo il Glossario per l’edilizia libera, per installare una tenda da sole non sono necessari permessi da parte del Comune: rientrando nelle categorie di intervento, l’installazione, la riparazione, la sostituzione e il rinnovamento delle tende non richiedono alcuna certificazione.

L’unico caso in cui è necessario è necessario richiedere un’autorizzazione è quello in cui si faccia parte di un condominio: il regolamento condominiali, infatti, potrebbe presentare restrizioni sulla scelta del colore o del modello, ai fini del decoro architettonico.

Stesso discorso per l’installazione in alcuni centri storici, dove, per motivi di conservazione del decoro e dell’immagine del luogo, il comune può richiedere che siano scelti determinati modelli e colori, in linea con la struttura preesistente.

 

Pergole: ok, tranne in casi limite

Secondo il glossario, anche le pergole rientrano nella lista di elementi per i quali l’installazione o altri interventi hanno bisogno di permessi da parte del comune.

Infatti, non sono necessari permessi nei casi in cui la struttura rispetti le seguenti caratteristiche:

  • Non comporta aumenti di volumetria o superficie utile
  • È realizzata in materiale leggero ed amovibile (senza fondazioni)
  • Ha lo scopo di creare ombra tramite piante o teli
  • È di dimensioni ridotte

 

L’autorizzazione comunale a costruire diventa necessaria nel momento in cui il pergolato diventa una tettoia, ossia una struttura pensile (addossata al muro o autoportante) coperta nella parte superiore da una struttura difficile da spostare. Ma con le pergole Arquati, il problema non si pone, visto che tutti i nostri modelli sono dotati di copertura mobile.

Come per le tende, anche le pergole, quando installate in alcuni centri storici, devono rispettarne i canoni architettonici.

 

Nel dubbio, chiedi ad uno specialista!

Tutto chiaro? Se hai ancora qualche dubbio su quali prodotti richiedano un’autorizzazione, contatta Arquati: sapremo guidarti in ogni fase, consigliandoti anche sui modelli più adatti per le tue esigenze.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


ultime potrebbe interessarti anche